Prenoti un volo, ma finisci a bordo di un bus

L’aspetto positivo – da passeggero – sarà quello di non sorbirsi per l’ennesima volta i video sulle procedure in caso di emergenza. Per il resto, è difficile vedere (ironia a parte) altri aspetti piacevoli.

Un aereo “di terra”

Sì, perché potrebbe sembrare una scherzo ma è realtà: American Airlines, una delle più importanti compagnie aree degli Stati Uniti, ha siglato – pochi giorni fa – un accordo per dotarsi di una flotta di terra. Tradotto: prenoti un biglietto aereo e potresti trovarti imbarcato su un… Bus. Non preoccupiamoci: non verranno servite tratte lunghe, ma solo medio-brevi. Comunque sia, sicuramente svanisce, in un colpo, uno dei vantaggi di prendere un aereo: la brevità del viaggio.

Basta un esempio: saranno due le tratte servite, da Philadelphia ad Allentown e Atlantic City. In volo l’ETA si aggira sui 30 minuti, sulle volgari ruote i tempi, inevitabilmente si allungano: circa 90 minuti. Il triplo, insomma. Per di più, per quanto gli autobus siano confortevoli, a detta di AA con sedili in pelle, porte USB di connessione e screen, i passeggeri dovranno comunque seguire i check-in di sicurezza in aeroporto come per un volo normale per poi essere sbarcati nuovamente nell’aeroporto di destinazione.

Il servizio inizierà da giugno, ma le prenotazioni sono state aperte l’11 aprile 2022.

Le motivazioni

In tre parole: mancanza di piloti. Sì, avete letto bene: American Airlines giustifica l’operazione per l’impossibilità di avere a disposizione abbastanza personale di volo in cabina. Non è una questione di poco conto: significa concentrare gli sforzi delle compagnie aeree nei grandi aeroporti, creando problemi di copertura negli scali medi e piccoli. Che, se l’esempio di AA sarà seguito da altre compagnie, saranno coperti da servizi di terra. Per American Airlines significa comunque meno spese (un bus costa meno di un volo aereo, ovviamente) e, se guardiamo il bicchiere mezzo pieno, un po’ di risparmio in termini di inquinamento.

La parola passerà poi ai consumatori. Saranno felici di un servizio alternativo via terra?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »