Ruba un C172 e viene intercettato da un caccia francese

Se non fosse una notizia vera, potrebbe sembrare l’inizio di uno dei tanti film d’azione. Ma, non c’entra nulla l’uscita di Top Gun 2 o altro e la storia è reale. 

Rubare un C172

Un 33enne di origini slovacche è riuscito dapprima nell’impresa di rubare un Cessna 172 da LIMR, l’aeroporto “Mossi” di Novi Ligure, in Piemonte. Poi, non contento, ha fatto scomodare niente meno che l’aviazione militare francese, alzatasi in volo per uno scramble.

Il furto

Un passo indietro: il furto sarebbe avvenuto la mattina del 30 marzo. Il 33enne si è impossessato dell’aereo, eludendo evidentemente i controlli, per poi riuscire a decollare, direzione Provenza – Francia. 

Durante la rotta nello spazio aereo italiano, nessun radar ha intercettato il velivolo da turismo ma la cosa è cambiata all’interno del territorio d’Oltralpe. Il C172 ha infatti sorvolato lo spazio aereo della base militare navale di Tolone, una delle più importanti di tutta la Francia. 

Decollano i Mirage

Ci è voluto poco: il puntino nei radar francesi ha fatto partire lo scramble immediato, la procedura di allerta che fa decollare immediatamente un caccia per l’intercetto in volo. Un Mirage 2000 francese ha raggiunto il Charlie che subito dopo è stato anche intercettato da un elicottero. 
Il pilota è stato costretto ad atterrare all’aerodromo di Aix-Les-Milles, poco lontano da Aix-en-Provence.

L’arresto

Il novello ladro-pilota di aerei è stato immediatamente arrestato e pare non abbia, ancora, giustificato il suo gesto.  Sul caso indagano le forze dell’ordine francesi in collaborazione con quelle italiane.

Un C172

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Translate »